All posts by Danilo Panicali

Autopalpazione: come si esegue?

A cura del Dr. Raffaele Soccio

Alcuni consigli per effettuare una autopalpazione corretta.
Autopalpazione in posizione eretta
Esegui l’autopalpazione con il corpo eretto, davanti a uno specchio in una zona ben illuminata. Alza dolcemente le mammelle (prima l’una e poi l’altra) per osservare la parte inferiore e analizzare l’aspetto che presenta la cute in questa zona. Controlla che in entrambe le mammelle non ci siano irregolarità di forma o posizione, secrezione dai capezzoli, retrazione, aspetto a buccia d’arancia o desquamazione della pelle, presenza di aree gonfie o arrossate. Continue reading “Autopalpazione: come si esegue?” »

L’autoesame del seno: quando va fatto?

A cura di Raffaele Soccio

Il cancro della mammella è la prima causa di morte per tumore nelle donne dai 50 ai 70 anni, con maggiore percentuale di incidenza tra i 50 e i 65 anni e una percentuale minore dai 40 ai 50 anni. Questo è il motivo principale per il quale i programmi di screening del tumore della mammella si rivolgono alla popolazione femminile con età compresa tra 50 e 69 anni. È utile che ogni donna, dai 20 anni in poi, controlli da sola il proprio seno una volta al mese. Il momento migliore corrisponde a 2 o 3 giorni dopo il termine di ogni periodo mestruale, (una settimana dopo l’inizio del ciclo), quando il seno é generalmente meno teso o ingrossato. Continue reading “L’autoesame del seno: quando va fatto?” »

Le emorroidi: cosa sono e come si curano

Le emorroidi, sono cuscinetti che si trovano nel canale anale, ce ne è uno a sinistra e due a destra in posizione anteriore e posteriore. Questi cuscinetti, sono formati da un groviglio di vasi sanguigni che sono ricoperti da mucosa, sono presenti anche fibre muscolari ed elastiche. Questa struttura vascolare, costituisce un tessuto dall’aspetto spugnoso, è una specie di corpo cavernoso, si rigonfiano in modo variabile grazie alla presenza di alcune piccole valvole che controllano l’ingresso e l’uscita del sangue. Questi cuscinetti si gonfiano quando gli sfinteri sono più rilasciati, ad esempio quando si urina o quando si è seduti, è probabile, infatti, che la funzione di cuscinetti sia quella di continenza alle feci e ai gas. Continue reading “Le emorroidi: cosa sono e come si curano” »

La cistite femminile

La cistite è l’infiammazione acuta o cronica della vescica urinaria, in genere è causata da un’infezione batterica o, più raramente, da traumi o situazioni di diminuita resistenza immunitaria (es.dopo radioterapia). Il 20-30% delle donne adulte sviluppa uno o più episodi di cistite ogni anno, l’incidenza aumenta con l’età, è molto bassa nell’età prepuberale mentre con l’inizio dell’attività sessuale e le gravidanze aumenta e continua ad aumentare dopo la menopausa. La probabilità di cistiti ricorrenti cresce se aumenta il numero degli episodi precedenti, diminuisce invece, se tanto più lungo è stato l’intervallo tra gli episodi precedenti. Le vulvovaginiti rappresentano una causa di aumento del rischio di cistite. Continue reading “La cistite femminile” »

La fotoprotezione sistemica

Non esiste una stagione giusta per parlare di fotoprotezione. Infatti anche se il periodo non sembra quello più indiocato per discutere di creme solari, in realtà fornire la giusta protezione alla nostra pelle deve essere un lavoro a tempo pieno che non ammette abbassamenti di guardia. Negli ultimi anni, si parla sempre più di fotoprotezione sistemica, ovvero della possibilità di prepararsi al sole assumendo per bocca degli integratori che migliorano la resistenza dell’organismo alle radiazioni ultraviolette. La storia della fotoprotezione sistemica, effettuata cioè con prodotti che si assumono per bocca, è infatti molto recente e trova origine, da un lato, nella più estesa richiesta di prevenzione di un fenomeno parafisiologico quale il fotoinvecchiamento, o più francamente dermatologico, quale l’aumento di tumori cutanei imputabile all’azione dei raggi UV. Continue reading “La fotoprotezione sistemica” »

Stitichezza: cosa fare?

Il buon giorno si vede dal mattino, ma a molti non rimane che sperare in un domani migliore! Questa è la condizione per tutti coloro che sono affetti da uno stato di stitichezza più o meno ostinata. Secondo il dizionario della lingua italiana è stitico colui che ha le feci piccole, dure, difficili da espellere e una evacuazione inferiore alle tre volte a settimana. Di norma la stipsi è un disturbo lieve e passeggero, ma può essere anche il segnale di qualche altra disfunzione, tanto che se il problema diventa più serio, è opportuno rivolgersi al medico. Esistono due tipi di stitichezza: primitiva (la più frequente) e secondaria (legata a patologie interne o altro). Continue reading “Stitichezza: cosa fare?” »

Le allergie respiratorie

Spesso parliamo di allergie includendo in questa macro definizione tutta una serie di sintomi e manifestazioni anche molto diversi tra loro e che di fatto rientrano in quadri clinici diversi. Cerchiamo di fare quindi un pò di chiarezza spiegando cosa sono in realtà le Allergie respiratorie.

Queste sono diverse: Riniti, Rinocongiuntiviti, Rinosinusiti e Asma che provocano starnuti, prurito, ostruzione nasale, rinorrea,  lacrimazione e arrossamento oculare, fiato corto, tosse, russamento.

Continue reading “Le allergie respiratorie” »

Il benessere psicosomatico

Nuovo allarme in Occidente. Stavolta non si tratta di attacchi terroristici, ma di alcuni dati emersi da ricerche epidemiologiche svolte in questa parte del pianeta: il numero delle persone affette da disturbi d’origine psichica è in costante e progressivo aumento. Si parla addirittura del 45-50% della popolazione totale di tutti quei paesi che oggi vengono considerati industrializzati.
Gli esperti vengono in aiuto diffondendo ogni giorno indicazioni per prevenire e combattere lo stress, da sempre il maggiore responsabile dei disturbi psicologici e soprattutto psicosomatici più diffusi. È sicuramente arduo dover accettare le proprie difficoltà in campo psicologico, e ancora di più lo è pensare di dover attuare certe strategie o comportamenti per evitare un malessere nel futuro. Eppure si sa che prevenire è meglio che curare. Parlando di malessere prettamente psicosomatico, i protagonisti sono due: la psiche (anima, mente), e il soma (corpo). Anima e corpo, questi amici/nemici che litigano, e di mezzo ci va sempre il nostro umore e spesso anche l’andamento generale della nostra vita. La più capricciosa fra i due è senz’altro la mente: a ogni suo cenno di lamento il corpo le “ubbidisce”, generando una situazione di malessere che può avere varie forme. Continue reading “Il benessere psicosomatico” »

Inverno e depressione: quale la relazione?

Il corpo umano non è una macchina, è un grande cervello sensoriale a cui nulla sfugge, e da cui tutto dipende. L’uomo ha imparato a
manipolare tutto, nel corso degli anni ha rivoluzionato un intero
ecosistema ma gli unici fattori non manipolabili sono quelli
meteorologici, come l’alternanza delle stagioni, l’irraggiamento
solare, le escursioni termiche e la pressione atmosferica. Tali
fenomeni influiscono significativamente sul benessere personale tanto da causare in certi soggetti più sensibili specifiche meteoropatie (disturbi determinati dall’influenza di fenomeni meteorologici sul nostro organismo). Il fenomeno meteorologico di maggior portata per la modificazione e lo sviluppo del ciclo vitale degli esseri umani è la luce solare. Il nostro organismo riceve l’intera gamma delle onde luminose attraverso la pelle e attraverso gli occhi.

Continue reading “Inverno e depressione: quale la relazione?” »